La Migliore Offerta

Titolo originale: The Best Offer.
Prodotto da: Paco Cinematografica s.r.l. e Warner Bros. Entertainment Italia.
Anno: 2012.
Durata: 125 min.
Genere: Drammatico, Sentimentale, Thriller.




>> Leggi la trama <<
In vendita su Amazon cliccando qui

Un film di Giuseppe Tornatore con Geoffrey Rush, Jim Sturgess, Sylvia Hoeks e Donald Sutherland, con le musiche di Ennio Morricone.

La Migliore Offerta è un film italiano dal cast stellare. Girato in lingua inglese, con attori internazionali di grande fama, vedi Geoffrey Rush e Donald Sutherland, esalta egregiamente le capacità artistiche del nostro Giuseppe Tornatore.

Trailer

Tralasciando l’intrigo ed il finale per non rovinarvi la visione del film, sottolineiamo che La Migliore Offerta è una grande storia d’amore ed un thriller enigmatico allo stesso tempo.
Sostenuto da una scenografia ed una fotografia eccezionali e decisamente empatiche, il film colpisce, cattura e coinvolge lo spettatore, trasportandolo nel mondo di emozioni celate ed allontanate che vivono i protagonisti.

Tutto, in questo capolavoro soggetto originale di Tornatore, collabora alla creazione di una realtà ben sfaccettata.
I dialoghi, i dettagli, la musica, le location e gli attori contribuiscono ad un film dinamico e reale che sa appassionare lo spettatore e lo coinvolge nella ricerca della verità e nella scoperta delle emozioni da parte di protagonisti apparentemente forti ma estremamente fragili nel loro vissuto.

Film simbolico basato su grandi contrapposizioni, che siano esse filmiche come il chiaro-scuro, emotive forte-debole e di vita come quelle fra privato-pubblico o verità-bugia, esprime magistralmente la scoperta dell’amore come superamento dei confini e momento di crescita personale.

E’ possibile acquistarlo in DVD su Amazon >> http://amzn.to/2neDXXy

Guarda anche questi film




Lantana

Titolo originale: Lantana
Anno: 2001
Durata: 115 min.
Genere: sentimentale, thriller
Regia di: Ray Lawrence
Con Anthony LaPaglia, Rachel Blake, Kerry Armstrong, Barbara Hershey, Geoffrey Rush

Trama

Basato sull’opera teatrale Speaking di Tongues di Andrew Bowell che ne dirige la scenografia, il film Lantana è una delle numerose apparizioni cinematografiche di Geoffrey Rush.
Thriller sentimentale nel quale si incrociano le dinamiche di quattro coppie le cui relazioni sono protagoniste di sospetti, tradimenti e mancanze di fiducia, vede l’avvicendarsi di vite intrecciate che fanno da scena a intrecci e problematiche realistiche e quotidiane.

Ambientato a Sydney, il film mostra nella primissima scena il corpo senza vita di una donna a cui manca una scarpa, ma chi sarà? Durante la vicenda si intrecciano le vite di Leon, poliziotto fedifrago che tradisce la moglie con Jane, una donna separata con un bambino che conosce ad un corso di ballo.
Sonja, la moglie del poliziotto e madre di due bambini, che si affida all’aiuto di una psicoterapeuta con la speranza di poter risolvere i propri problemi coniugali.
La Dottoressa Valerie, a sua volta in crisi con il marito a causa della perdita per omicidio della figlia e per il sospetto tradimento di quest’ultimo con un uomo suo paziente, non gode anch’essa di serenità e tranquillità mentale che la possano aiutare nella propria vita privata.
Anche Jane, separata dal marito Pete, si trova in mezzo ad una situazione scomoda a parte la relazione lampo con il poliziotto Leon. I suoi vicini di casa infatti, Nik e Paula, hanno problemi di soldi e devono mantenere due bambini e Jane si offre di aiutarli economicamente.

Le vite degli otto protagonisti si incrociano ed intrecciano in una trama stretta che li porta ancora più vicini con la sparizione della Dott.ssa Valerie.
Fotografia, magari un po’ estrema, del realismo della vita moderna, il film narra le problematiche, i sospetti e le incertezze che molti si trovano purtroppo ad affrontare. Tradimenti, problemi economici, cose non dette, portano alla creazione di squilibri che vanno a riflettersi sulle vite dei protagonisti come su tutti gli esseri umani.

Relazioni in crisi, famiglie numerose che magari fanno uso di angel care come noi, bugie e lavori spesso stressanti riflettono i problemi che, anche se in maniera minore, vengono spesso affrontati nella vita di tutti i giorni portando ad incrinare i rapporti interpersonali.

Posted in Film | Leave a comment

La lunga notte, il buio prima della luce della consapevolezza

materasso matrimoniale

La vita di Claire e Virgil è costellata di sofferenze e delusioni, una vita amara, che li ha messi alla prova rendendoli schivi e facendoli allontanare da un mondo che li ha fatti scontrare con situazioni più grandi di loro.
Pur vivendo una vita a metà, allontanati dal calore umano e dal contatto con il prossimo, vincono una lotta per la sopravvivenza che li isola dal mondo circostante pur trovandocisi immersi, almeno per quanto riguarda Virgil.

Come se passassero la vita immersi in una bolla protettiva, conducono la loro esistenza come se fosse un sonno sul migliore dei materassi che li scherma dal mondo più che accoglierli nella bellezza della quotidianità.
Virgil e Claire si nascondono dalla vita che tanto li ha fatti soffrire fino a che, uno nell’altra trovano la forza di svegliarsi da un sonno che li ha ottenebrati per troppo tempo.

Il primo a cedere è Virgil, che nella giovane e misteriosa ragazza trova la scintilla che gli farà mettere tutto in discussione pur di riuscire ad avvicinarglisi e toccare veramente quella che per lungo tempo sembra solo un frutto dei suoi sogni.
Claire invece risulta più restia, ben ancorata alle sue abitudini e al suo proteggersi da un mondo crudele e spaventoso. Questo finché Virgil scopre le sue carte, anche rischiando di perderla, arrivando al punto di rottura di una situazione esasperata che va avanti da troppo tempo.materassi

L’incontro avviene con la paura dell’ignoto, che tutto possa scivolare fra le dita come sabbia impalpabile e l’eccitazione e l’adrenalina della novità e del rischio. I due protagonisti si avvicinano, si sfiorano e trovano uno nell’altra la forza per lottare contro le loro paure e le loro ossessioni.
Quando passano la notte sul materasso matrimoniale di lei, è come se aprissero gli occhi e si svegliassero da un mondo buio per immergersi nella luce del calore umano.

E’ qui che le cose cambiano, e il mondo crudele assume tutto un altro aspetto!

Posted in Film | Leave a comment

Il distacco dal mondo circostante, protezione e perdita

isolamento

Ormai l’abbiamo visto sotto diversi punti di vista, pur non cambiando la sostanza: Virgil e Claire, i protagonisti di questa magistrale opera di Giuseppe Tornatore, sono personaggi borderline che a causa delle difficoltà a cui li ha sottoposti la vita, si nascondono al mondo circostante con caparbio distacco o addirittura tramite l’isolamento volontario.
Ma quanto poi risulta positivo e benefico un atteggiamento del genere?

Spaventati, delusi e repulsivi nei confronti di un mondo che li ha messi a dura prova costringendoli ad un distacco volontario e ben radicato dal genere umano e le sue consuetudini, Virgil e Claire vivono la loro sofferenza in modi diversi.
Mentre il primo si priva del contatto umano e del calore che potrebbe derivarne, pur rimanendo in un ambiente sociale come quello del lavoro, Claire si isola a tutti gli effetti celandosi anche solo alla vista di qualsiasi altra persona della quale lei non riesca a fidarsi o si trovi obbligata a farlo.

La giovane e splendida ragazza, nel fiore dei suoi anni, finisce amaca da giardinocosì per perdersi anche le piccole gioie di una vita che si, è crudele, ma anche bellissima. Niente contatti con gli amici, nessun impegno quotidiano come anche quello più banale e semplice di fare la spesa, nessun momento di relax all’aria aperta con l’inebriante sensazione che si prova a dondolare su un’amaca da giardino ma solo trascuratezza e terrore.
In questo modo, la perdita di esperienze gioiose e vitali radicalizza ancora di più un isolamento negativo dalle vicissitudini quotidiane.

Potremmo considerare il loro atteggiamento come una sorta d’istinto di sopravvivenza e auto protezione che però, pur permettendogli di andare avanti con la loro vita, li priva di quasi qualsiasi gioia e piacere della normalità e delle piccole cose.
Mentre vediamo Virgil cenare al suo ristorante preferito, immerso in una sala gremita di commensali ma allo stesso tempo lontano anni luce da loro, Claire addirittura non esce dalle sue stanze, diventate un porto sicuro in un mondo crudele e doloroso.

Posted in Film | Leave a comment

Una vita a metà, finzione e realtà o reclusione e libertà?

la migliore offerta

Come abbiamo già visto, La Migliore Offerta è un grande capolavoro di arte filmica in cui Giuseppe Tornatore da vita ad un mondo che tratta di quelle che possono essere definite vite a metà e del quale Virgil e Claire ne sono l’esempio lampante.

Entrambi i protagonisti, conducono un’esistenza che è priva di alcuni aspetti fondamentali nella vita quotidiana di qualsiasi individuo.
Parlando di Virgil, sappiamo che è un uomo di affari di grande successo, conduce uno stile di vita agiato, viaggia per lavoro, ma scopriamo che è privo di contatto umano e affettivo, se non attraverso il suo lavoro e i ritratti di donna che tanto ama che sono il suo unico contatto con il mondo femminile. Decisamente esigente, non lascia nulla al caso e sarebbe in grado di restituire la migliore scopa elettrica perché non rispetta uno standard particolare!Virgil
Claire, sotto alcuni aspetti simile a Virgil ma allo stesso tempo completamente diversa, è una ragazza affetta da agorafobia che si nasconde al mondo attraverso una parete per paura del contatto, sia fisico che emotivo, con l’ambiente circostante. Inizialmente presente esclusivamente come voce fuori campo, si scopre poi essere una giovane e bellissima ragazza che fugge ogni contatto con un mondo che la spaventa e del quale entrerà a far parte piano piano grazie all’aiuto di Virgil.

Un mondo, quello creato da Tornatore, di contrasti e di opposti, dove anche i confini tra la realtà e la finzione si assottigliano fino ad essere impalpabili e irriconoscibili. Riuscendo a mantenere lo spettatore incollato allo schermo, La Migliore Offerta non vuole svelare facilmente il suo finale. Lo lascia agognare, lo anticipa ma non lo svela fino in fondo, almeno non fino alla chiusura magistrale di una vicenda basata su contrapposti e diversità.

Verità e bugia, giovinezza e vecchiaia, libertà e reclusione sono tutti elementi che creano una storia affascinante supportata da una scenografia impeccabile.

Posted in Film | Leave a comment

La bellezza di Claire Ibbetson, come avere gambe lisce e perfette come lei!

La lotta ai peli superflui è un problema che affligge tutte le donne e ormai anche qualche maschietto. Quei brutti peli che crescono sulle gambe, sul viso e sulla zona bikini sono tanto sgradevoli da vedere quanto si tende a coprirli quando ci sono. Ma come fare per sbarazzarsene? E come avrà fatto la protagonista del film durante la sua fuga dal mondo circostante?

Riuscire ad avere una pelle liscia, morbida e vellutata non è un’operazione che può definirsi esattamente piacevole. I metodi più diffusi per l’epilazione sono la ceretta, il rasoio o l’uso di un epilatore.
La ceretta, spesso fatta presso un’estetista, è forse il metodo più doloroso ed aggressivo. Consistendo nella stesura di cera calda sulla pelle e la successiva rimozione tramite “strappo”, dona un risultato ottimo ma allo stesso tempo molto fastidioso, senza contare che per rifarla bisogna aspettare che i peli ricrescano fino ad una determinata lunghezza e un continuo esborso di denaro per pagare l’appuntamento dall’estetista o l’acquisto del materiale per farla in casa.

Il rasoio invece è il metodo più veloce per liberarsi momentaneamente dei peli superflui  ma anche quello meno efficace. Dopo poco tempo infatti, i peli ricrescono costringendo a passarlo molto frequentemente.

sylvia hoeksIl metodo più efficace e che richiede un investimento iniziale che andrà a diluire la spesa nel corso del tempo e dell’utilizzo è proprio l’epilatore elettrico. Dello stesso concetto della ceretta, l’epilatore rimuove i peli direttamente dalla radice e permette di essere utilizzato anche su peli molto corti.
Sicuramente uno dei metodi più diffusi e amati, è probabilmente quello utilizzato anche dalla protagonista del film. Claire Ibbetson (Sylvia Hoeks) infatti, soffrendo di agorafobia sicuramente avrebbe grandi problemi a recarsi da un’estetista o a comprare i ricambi per il rasoio. Per lei sarà stato molto più semplice affidarsi all’acquisto online e con una veloce ricerca su Silk Epil prezzi sicuramente sarà riuscita a non trovarsi a contatto con un mondo che la spaventa e ad avere la pelle liscia che le vediamo sfoggiare quando decide di uscire dalla sua reclusione!

Posted in Film | Leave a comment

Orgoglio e Pregiudizio

Orgoglio_e_pregiudizio Orgoglio_e_pregiudizio

Titolo originale: Pride & Prejudice.
Anno: 2005.
Durata: 127 min.
Genere: Sentimentale.
Regia di: Joe Wright.
Con Keira Knightley, Matthew MacFadyen, Brenda Blethyn, Donald Sutherland, Tom Hollander

Trama

Fra le svariate ed eclettiche interpretazioni di Donald Sutherland, troviamo il film Orgoglio e Pregiudizio di JoeWright (2005). Il film, tratto dall’opera letteraria dell’autrice britannica Jane Austen, ricalca molto fedelmente il libro tanto da citarne alcune parti del testo.

Acquista su Amazon.it

Nel film Sutherland interpreta il Signor Bennet, gentiluomo della campagna inglese di fine ‘700 alle prese con una vita al fianco di sei donne.
Sposato con una donna esageratamente ciarliera e frivola dalla quale ha avuto cinque figlie (solo ai giorni nostri ci rendiamo conto di quanto possa essere pratico e comodo un tiralatte), Bennet conduce una vita tranquilla e serena, che nella quotidianità viene però messa dura prova dall’esuberanza della moglie e dalla sua continua ricerca di un marito dabbene per le proprie figlie.

Il film viene focalizzato principalmente su Elizabeth, seconda figlia avuta della coppia. La preferita dal padre, insieme alla maggiore Jane, è una ragazza intelligente, arguta, dalla notevole curiosità e di grande carattere che si discosta molto dalla superficialità e dalla vanità delle sue sorelle.

Ad un ballo a cui accompagna la sorella Jane, fa la conoscenza del freddo e impettito Mr. Darcy, con il quale instaura da subito un rapporto abbastanza conflittuale. Questo palese astio fra i due, che in realtà mal cela una profonda attrazione, nasce quasi immediatamente quando Elizabeth sente l’uomo fare un commento poco felice su di lei mentre parla con l’amico Bingley (innamorato perdutamente di Jane e ricambiato).
I loro incontri saranno sempre in bilico fra affettata cordialità e commenti sarcastici, sintomo seppur espresso in maniera negativa di un feeling che li accompagna in ogni scambio di battute e che, in realtà, li ha accomunati fin dal primo sguardo.

Sutherland è perfetto in questo ruolo in cui interpreta un personaggio cinico e spesso irriverente, soprattutto nei confronti della moglie. Grazie alla sua espressività particolare, che lo ha portato spesso ad interpretare il ruolo dell’antieroe, in Orgoglio e Pregiudizio riesce a tradurre con una mimica perfetta il sarcasmo, l’impertinenza e la disillusione nei confronti del genere umano che caratterizzano il Signor Bennet.

Posted in Film | Leave a comment