Una vita a metà, finzione e realtà o reclusione e libertà?

by admin on

Come abbiamo già visto, La Migliore Offerta è un grande capolavoro di arte filmica in cui Giuseppe Tornatore da vita ad un mondo che tratta di quelle che possono essere definite vite a metà e del quale Virgil e Claire ne sono l’esempio lampante.

Entrambi i protagonisti, conducono un’esistenza che è priva di alcuni aspetti fondamentali nella vita quotidiana di qualsiasi individuo.
Parlando di Virgil, sappiamo che è un uomo di affari di grande successo, conduce uno stile di vita agiato, viaggia per lavoro, ma scopriamo che è privo di contatto umano e affettivo, se non attraverso il suo lavoro e i ritratti di donna che tanto ama che sono il suo unico contatto con il mondo femminile. Decisamente esigente, non lascia nulla al caso e sarebbe in grado di restituire la migliore scopa elettrica perché non rispetta uno standard particolare!Virgil
Claire, sotto alcuni aspetti simile a Virgil ma allo stesso tempo completamente diversa, è una ragazza affetta da agorafobia che si nasconde al mondo attraverso una parete per paura del contatto, sia fisico che emotivo, con l’ambiente circostante. Inizialmente presente esclusivamente come voce fuori campo, si scopre poi essere una giovane e bellissima ragazza che fugge ogni contatto con un mondo che la spaventa e del quale entrerà a far parte piano piano grazie all’aiuto di Virgil.

Un mondo, quello creato da Tornatore, di contrasti e di opposti, dove anche i confini tra la realtà e la finzione si assottigliano fino ad essere impalpabili e irriconoscibili. Riuscendo a mantenere lo spettatore incollato allo schermo, La Migliore Offerta non vuole svelare facilmente il suo finale. Lo lascia agognare, lo anticipa ma non lo svela fino in fondo, almeno non fino alla chiusura magistrale di una vicenda basata su contrapposti e diversità.

Verità e bugia, giovinezza e vecchiaia, libertà e reclusione sono tutti elementi che creano una storia affascinante supportata da una scenografia impeccabile.

Written by: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *